1 / 36 ◄   ► ◄  1 / 36  ► pause play enlarge slideshow
2 / 36 ◄   ► ◄  2 / 36  ► pause play enlarge slideshow
3 / 36 ◄   ► ◄  3 / 36  ► pause play enlarge slideshow
4 / 36 ◄   ► ◄  4 / 36  ► pause play enlarge slideshow
5 / 36 ◄   ► ◄  5 / 36  ► pause play enlarge slideshow
6 / 36 ◄   ► ◄  6 / 36  ► pause play enlarge slideshow
7 / 36 ◄   ► ◄  7 / 36  ► pause play enlarge slideshow
8 / 36 ◄   ► ◄  8 / 36  ► pause play enlarge slideshow
9 / 36 ◄   ► ◄  9 / 36  ► pause play enlarge slideshow
10 / 36 ◄   ► ◄  10 / 36  ► pause play enlarge slideshow
11 / 36 ◄   ► ◄  11 / 36  ► pause play enlarge slideshow
12 / 36 ◄   ► ◄  12 / 36  ► pause play enlarge slideshow
13 / 36 ◄   ► ◄  13 / 36  ► pause play enlarge slideshow
14 / 36 ◄   ► ◄  14 / 36  ► pause play enlarge slideshow
15 / 36 ◄   ► ◄  15 / 36  ► pause play enlarge slideshow
16 / 36 ◄   ► ◄  16 / 36  ► pause play enlarge slideshow
17 / 36 ◄   ► ◄  17 / 36  ► pause play enlarge slideshow
18 / 36 ◄   ► ◄  18 / 36  ► pause play enlarge slideshow
19 / 36 ◄   ► ◄  19 / 36  ► pause play enlarge slideshow
20 / 36 ◄   ► ◄  20 / 36  ► pause play enlarge slideshow
21 / 36 ◄   ► ◄  21 / 36  ► pause play enlarge slideshow
22 / 36 ◄   ► ◄  22 / 36  ► pause play enlarge slideshow
23 / 36 ◄   ► ◄  23 / 36  ► pause play enlarge slideshow
24 / 36 ◄   ► ◄  24 / 36  ► pause play enlarge slideshow
25 / 36 ◄   ► ◄  25 / 36  ► pause play enlarge slideshow
26 / 36 ◄   ► ◄  26 / 36  ► pause play enlarge slideshow
27 / 36 ◄   ► ◄  27 / 36  ► pause play enlarge slideshow
28 / 36 ◄   ► ◄  28 / 36  ► pause play enlarge slideshow
29 / 36 ◄   ► ◄  29 / 36  ► pause play enlarge slideshow
30 / 36 ◄   ► ◄  30 / 36  ► pause play enlarge slideshow
31 / 36 ◄   ► ◄  31 / 36  ► pause play enlarge slideshow
32 / 36 ◄   ► ◄  32 / 36  ► pause play enlarge slideshow
33 / 36 ◄   ► ◄  33 / 36  ► pause play enlarge slideshow
34 / 36 ◄   ► ◄  34 / 36  ► pause play enlarge slideshow
35 / 36 ◄   ► ◄  35 / 36  ► pause play enlarge slideshow
36 / 36 ◄   ► ◄  36 / 36  ► pause play enlarge slideshow

La grammatica della fantasia - © 2010

La grammatica della fantasia
Alessandro Beneforti

“Io spero che il libretto possa essere utile a chi crede nella necessità che l'immaginazione abbia il suo posto nell'educazione; a chi ha fiducia nella creatività infantile; a chi sa quale valore di liberazione possa avere la parola”, scriveva Gianni Rodari in “La Grammatica della fantasia”. Era il 1973. Oggi molti di noi, con Alessandro Beneforti, aggiungerebbero “in ogni parte del mondo”.

La mostra integra una selezione meditata di scatti dedicati ai bambini, uno dei soggetti più vicini alla sensibilità dell’autore, in contesti geografici distanti. Per tre estati, dal 2006 al 2009, Beneforti é stato chiamato dalle educatrici a documentare il lavoro svolto durante i campi solari comunali di Capoliveri, all’isola d’Elba, che si tengono dalla fine di giugno ai primi di settembre. La forte empatia con i soggetti ritratti e la capacità dell’autore di catturare i momenti centrali dell’attività pedagogica rendono di grande interesse il lavoro.

A questa prima serie é accostata una selezione di altri scatti, che raccontano di bambini che vivono in altri mondi: Vietnam, India, Nepal, Malesia, Indonesia e Tunisia. Sono fotografie tratte dai resoconti di viaggio che l’autore compie ogni anno, come è d’abitudine per molti abitanti dell’Elba.

Cosa hanno in comune questi mondi?
Le risposte possono essere molte e l’autore lascia campo alle considerazioni del pubblico. Questa esposizione intende fornire stimoli visivi a supporto di una rinnovata presa di coscienza dell’urgenza di dare spazio alla creatività e alla fantasia, in quanto elementi essenziali per la formazione del bambino, proprio qui, oggi.
loading