Caterina d'Alessandria: Una santa - © 2010

Nell’ ambito del Festival di musica classica e contemporanea Intonazione, e per l’intera durata del festival, presso l’Eremo di Santa Caterina, sarà allestita una mostra fotografica collettiva. Gli Artisti invitati sono: Marco Barretta, Alessandro Beneforti, Fiona Buttigieg, Angela Galli e Andrea Lunghi. Cinque artisti, una santa, un luogo, un Eremo, un’isola.

Caterina d’Alessandria é una Santa affascinante dell’inizio della cristianità, una santa la cui personalità sfuma, sfugge e si fa quasi fatica ad afferrarla. "Abbiamo voluto cercare di avvicinarci a lei - dicono gli artisti - nel luogo della sua apparizione all’Eremo di Santa Caterina nel Comune di Rio nell’Elba con l’intento di creare cinque opere contemporanee dedicate a questo personaggio che si pone tra mito e realtà".

L’eremo dalla fine degli anni ’70 diventa crocevia di artisti di fama internazionale, luogo di residenza, creazione e ricerca grazie alla figura di Hans Georg Berger, fotografo e scrittore tedesco, che scoperto il luogo lo restaura e richiama in un arco di tempo che copre più di venticinque anni intellettuali d’avanguardia da tutto il mondo. Oltre 200 tra artisti, architetti, scrittori, filosofi, matematici, religiosi e botanici hanno trovato pace ed ispirazione nel silenzio riflesso dalle mura del luogo, intrise di una particolare ed intensa energia. L’eremo, costruito da monaci nel basso medioevo, circondato dalla macchia mediterranea, poggia su roccia serpentina, alle sue spalle il Monte Serra e davanti verso est il paese distrutto di Grassera, la zona mineraria ed il mare.

Angela Galli, Andrea Lunghi e Fiona Buttigieg si sono focalizzati su una nuova iconografia legata all’immagine della Santa, ispirandosi alla tradizione pittorica del passato, e sviluppando tali temi con il linguaggio fotografico contemporaneo. Alessandro Beneforti ha costruito una visione onirica, usando la tecnica del compositing, ponendo la santa sul confine tra realtà e fantasia. Marco Barretta, utilizzando la pura fotografia, ha lavorato rendendo omaggio allo scrittore e fotografo francese Hervè Guibert che nello stesso luogo ha realizzato gran parte della sua opera artistica.
loading